Con Beretta gli atleti paralimpici del tiro a volo

Con Beretta gli atleti paralimpici del tiro a volo

Il 2 ottobre al campo di tiro a volo di Lonato si è tenuta una riunione dei tiratori paralimpici. Insieme a Franco Gussalli Beretta, presidente di Fabbrica d’Armi Pietro Beretta spa, al tavolo dei relatori c’erano Roberto Zarrillo, Competition Manager dell’azienda gardonese, Christian Chiocco vicecampione del Grand Prix Internazionale 2016, vincitore Beretta Excellence 2017 e corazzato di medaglie vinte in competizioni, e Laurent Ottoz, già campione del mondo dei 200 metri a ostacoli.

Gli atleti paralimpici hanno fatto da istruttori per i piloti del DISability Raid.

Quest’ultima presenza testimonia l’impegno della Beretta, che definisce i team di tiro come la propria squadra corse, perché una contaminazione tra sport diversi consente un punto di vista dall’esterno che il tiratore non potrebbe avere. Non a caso Roberto Zarrillo si è detto certo che tra i dodici tiratori della squadra selezionata, tutti presenti, ci sia il prossimo campione paralimpico di Parigi 2024, quando la disciplina del tiro a volo entrerà, auspicabilmente, a far parte degli sport ufficiali delle Paralimpiadi.

Lo sport è un elemento importante nella vita di ciascuno e chiunque ha il diritto di poterlo praticare. Per questo Franco Gussalli Beretta si è detto particolarmente orgoglioso della collaborazione instaurata con l’Università degli Studi di Brescia e con il Brixia Accessibility Lab per il progetto, patrocinato da Fitav e supportato, oltre che da Beretta, anche dal Centro Ricerche Camozzi, che intende sviluppare linee guida per l’accessibilità dei campi di Tiro a Volo.

Non vi dovranno essere specifiche installazioni per i tiratori diversamente abili ma l’intero campo di tiro dovrebbe essere accessibile anche a loro. Ha concluso la manifestazione un esempio di sportività e di voglia di non arrendersi mai. All’arrivo a Lonato delle vetture del DISability Raid 4×4, gli atleti paralimpici del tiro hanno fatto da istruttori per i piloti del DISability Raid, insegnando le tecniche di base e facendo provare loro l’emozione di tirare a un piattello lanciato a 120 chilometri orari. Per informazioni: www.beretta.com