Visori termici Pulsar Quantum XQ

Visori termici Pulsar Quantum XQ

Adinolfi, importatore Pulsar per l’Italia, è lieto di presentare la nuova serie di visori termici monoculari Pulsar Quantum XQ, composta da tre modelli: XQ19, XQ38, XQ50. Rispetto ai precedenti Quantum XD, le differenze estetiche sono minime, mentre le caratteristiche tecniche risultano notevolmente migliorate. La novità più importante è la possibilità di visualizzare le temperature di oggetti e ambiente mediante sette palette di colori diversi.

Il visore termico Pulsar Quantum XQ.
Il visore termico Pulsar Quantum XQ.

Oltre che grazie alla qualità della lente frontale in germanio e alle migliori prestazioni del nuovo microbolometro, la qualità dell’immagine risulta migliorata grazie alla frequenza di refresh di ben 50 Hz: evita la formazione di fastidiose scie, anche con l’osservatore o l’oggetto in movimento. I tre modelli, contraddistinti da un prezzo di vendita crescente, hanno caratteristiche rispondenti alle esigenze di diversi tipi di utilizzatore. L’XQ19 ha ingrandimento di 1,6x e una ridotta distanza di messa a fuoco, che lo rendono ottimo per l’impiego venatorio anche a distanza ridotta; l’XQ38 con i suoi 3,1x ingrandimenti è il più versatile della serie; infine l’XQ50, forte del fattore di ben 4.1x, è l’ideale per l’impiego professionale, anche a lunga distanza. Su tutti, all’ingrandimento ottico si somma lo zoom digitale, capace di quadruplicare il valore di partenza. Indipendentemente dal modello, dal momento dell’accensione alla piena operatività passano appena due secondi. Come i precedenti Quantum XD, anche i modelli della serie XQ dispongono di tre reticoli stadiametrici per la misurazione della distanza in base all’altezza dell’animale osservato. Quello per la lepre presuppone un oggetto alto 30 centimetri, quello per il cinghiale è tarato a 70 centimetri, mentre quello per il cervo presuppone un oggetto di 170 centimetri, ed è quindi adattabile anche alla figura umana.

Un esempio di come gli animali risultano visibili grazie alla visione termica.
Un esempio di come gli animali risultano visibili grazie alla visione termica.

Le immagini vengono visualizzate su un display OLED a colori. L’interfaccia utente è posizionata nella parte inferiore dello schermo dove non interferisce con l’osservazione, e mostra lo status del visore termico, sotto forma di icone e numeri blu. Selezionando le varie funzioni (zoom, inversione dei colori, luminosità e contrasto), in alto a destra appare la relativa icona di grandi dimensioni. Per sospendere temporaneamente l’osservazione, basta usare la funzione “display off”: nessuna luce rischia di rivelare l’osservatore, ma si può riprendere immediatamente l’osservazione, visto che tutti gli altri sistemi rimangono attivi. Le funzioni principali, ovvero accensione, spegnimento, calibrazione del sensore, inversione dei colori, zoom digitale, sono controllate dai pulsanti sul pannello frontale. Luminosità e contrasto sono regolati dal selettore a ghiera nei pressi della lente obiettivo. Tutti i comandi sono dimensionati e posizionati per risultare confortevoli anche indossando i guanti. I visori termici Pulsar sono progettati per un ampio range di temperature, da un minimo di -25 C°, grazie al display OLED resistente al congelamento, fino a un massimo di +50 C°. I visori Pulsar Quantum XQ permettono di scegliere tre modalità operative, per offrire le migliori immagini in condizioni specifiche. Selezionando “City” il contrasto risulta aumentato, mentre in “Forest” è ridotto, infine “Identification” comporta una resa migliorata dei dettagli delle fonti di calore. I Quantum XQ sono alimentati da quattro batterie AA ricaricabili, che vanno posizionate in un portabatterie, poi inserito nell’apposito vano. E’ possibile collegarli a un alimentatore esterno che, in caso di impiego in climi freddi, si può tenere dentro la giacca, alla temperatura ideale per le massime prestazioni. I visori dispongono di uscita video analogica, per essere connessi a sistemi di registrazione o display esterni, che può essere disabilitata per aumentare l’autonomia. Nella confezione, oltre allo strumento, sono presenti: borsa di trasporto, hand strap, due cartucce per le batterie, cavi, adattatore per alimentazione auto, panno di pulizia, manuale, garanzia. Completa la dotazione un telecomando wireless, che permette di controllare a distanza accensione, calibrazione, e zoom digitale.

Per informazioni: www.adinolfi.com